Yoga e salute

Percorsi di consapevolezza e conoscenza per sostenere la salute

primo incontro: dall’armonia alla disarmonia un percorso di andata e di ritorno

secondo incontro: le paure alla base della malattia, quali sono, come agiscono e come riconoscerle per trasformarle in un percorso di guarigione

terzo incontro: visione analogico simbolica della malattia, la metafora della malattia, ciascuno parte fisica interagisce con una parte psichica

quarto incontro: PNEI e yoga, le relazioni tra Psico-Neuro-Endocrino-Immunologia semplificata per essere compresa e osservata nella vita 

quinto incontro: gli archetipi femminili, i nostri comportamenti, talvolta, rispondo a delle immagini archetipali e gli archetipi ci vengono incontro con le loro storie e i loro splendidi racconti

sesto incontro: gli archetipi maschili, i nostri comportamenti, talvolta, rispondo a delle immagini archetipali e gli archetipi ci vengono incontro con le loro storie e i loro splendidi racconti

breve curriculum vitae

Mi chiamo Angela Malvone, sono nata nel 1967 a Torre del Greco, città di mare alle falde del magnifico vulcano Vesuvio; ne ho sentito e sento tuttora la sua grande energia, un’energia pulsiva e propulsiva che mi accompagna nella gioia del mio cammino di vita.

Vivo a Scafati con la mia famiglia!

Vengo da una formazione culturale e lavorativa scientifica, ma da sempre ho sentito la passione del “mettere insieme” la materia e lo spirito.

Come nasce la mia passione.

Ho preso parte al primo corso di Yoga nel 2000, sperimentando il Raja Yoga.

ho intrapreso il mio cammino per fare chiarezza dentro di me, per rispondere alla mia passione per la natura, per dare forma al mio interesse sociale e per comprendere l’altro in me. Ho cominciato a curarmi in maniera olistica, io e i miei figli, ho sentito il bisogno di realizzare una bottega solidale sul territorio, e di vivere nell’insegnamento dello Yoga il mio servizio verso il prossimo. Oggi sono consapevole che questo costituisce per me una passione d’amore, uno scambio di energia universale che ci viene donata quotidianamente.

Mi sento nel flusso della vita e delle opportunità di conoscenza, so quindi, per questo motivo, che ancora tanto posso e devo apprendere e donare.

Insegno continuativamente yoga dal 2006 e sono iscritta all’associazione nazionale insegnanti di yoga Y.A.N.I.

Nel 2017 ho intrapreso l’esperienza di direttrice dell’accademia di formazione per insegnanti di yoga “…a scuola con Yogananda” 

Con l’aiuto di docenti specializzati ed esperti nelle varie materie di studio l’accademia costituisce un’esperienza completa formativa e di avvio alla pratica dell’insegnamento grazie ad un attento tirocinio. 

Tengo corsi di formazione presso diverse accademie nelle seguenti discipline: Asana e Asana avanzati, Pranayama, Yoga e Salute, Cristallologia, Chakra, Deontologia Yogica, Pronto Soccorso naturopatico. 

Principali competenze acquisite:

Hatha Yoga, Krija Yoga, Raja Yoga, Pranayama, Naturopatia, Visione Analogico-Simbolica della malattia, Meditazione, Channeling, Numerologia, Reflessologia Plantare, Cristallologia, Astrologia archetipica

In questa serie di incontri metto in campo la ia esperienza come Naturopata e la mia esperienza Yogica

SCAFATI – SA

domenica  mattina

4 dicembre ’22

15 gennaio ’23

5 febbraio ’23

5 marzo ’23

16 aprile ’23

7 maggio ’23

dalle ore 9.30 alle 13.00

ogni incontro è indipendente, è possibile partecipare a singoli incontri 

ogni incontro ha un contributo di 40 euro

costellazioni familiari

Venerdì 11 novembre 2022 dalle 15 alle 20

È necessaria la prenotazione con whatsapp al +39 3389745241

a cura di Lidya Grazia Solvino

Lidya Grazia Solvino
Usui Reiki Master
Karuna Reiki Master
Theta Healer Practitioner
Ha studiato presso Luce – Libera Università di Crescita Evolutiva – Anno di Laurea 2022
Facilitatrice e Coach Metodo “Tutta Un’Altra Vita”
Formazione in Costellazioni presso Alba Sali, Giacomo Bo, Città della Luce
Dal 2009 impegnata a lavorare e approfondire le dinamiche dell’inconscio, su se stessa e sul mondo che la circonda, per restituire la libertà di Essere a tutti coloro che desiderano intraprendere un percorso di Libertà e di riavvicinamento alla propria Essenza.

Le costellazioni familiari sono un metodo di esplorazione delle dinamiche che si basano sull’osservare l’individuo inserito all’interno del proprio sistema e con sistema si fa prima di tutto riferimento alla famiglia di appartenenza.

Come mai la famiglia? L’assunto di base è che ognuno di noi sia quello che è in quanto risultato di tutte le esperienze, le emozioni, le vicende e le situazioni, i percepiti vissuti da chi ci ha preceduto ovvero i nostri antenati.

Bert Hellinger e la nascita delle costellazioni familiari

Bert Hellinger nasce il 16 Dicembre 1925 a Leimen, studioso di teologia e pedogogia, espose le sue teorie sulle costellazioni familiari a partire dal 1980 sostenendo proprio questo: la vita di ognuno di noi è condizionata da destini che possono derivare dal sistema-famiglia e che non ci fanno essere completamente liberi anche se, molti di noi, pensano di esserlo. Le costellazioni familiari servono proprio a questo, portare alla luce dinamiche inconsce che causano sofferenza negli aspetti della vita di ognuno di noi, dal contesto personale al professionale, dalla salute all’amore e così via.

Ciascuno di noi fa parte di una famiglia con cui vive ed a cui è legato, che lo voglia o meno. Spesso continuiamo a ripetere conflitti e malesseri nelle nostre esperienze, oppure portiamo sulle spalle pesi che non ci appartengono. O anche, viviamo a nostra insaputa il tragico destino di un familiare, scomparso da tanto tempo e mai conosciuto. Tutte queste dinamiche ci legano in modo negativo alla famiglia, impedendoci di guardare in avanti con forza gioiosa e di avere successo nella nostra vita.

Come si svolgono le costellazioni familiari?

Le costellazioni familiari si svolgono con molta facilità e, per lo più, all’interno di seminari di gruppo.

Il facilitatore, o il cliente stesso, sceglie un rappresentante per la famiglia del cliente e lo mette davanti ad un gruppo in relazione reciproca ed espone il fine della sua esplorazione. Il cliente dichiara quindi se ci sono particolari temi o situazioni su cui vuole lavorare, come problemi nella relazione, o sul lavoro, o dinamiche che si ripetono e dalle quali non riesce ad individuare una via di uscita.

Una volta compreso l’obiettivo e chiamati a partecipare tutti i rappresentanti che il facilitatore troverà utile inserire nella costellazione familiare, a questi viene chiesto di assecondare gli stati d’animo e i movimenti che emergono; siano questi in relazione ad altri rappresentanti o meno.

A questo punto sta al facilitatore leggere i segnali verbali e non verbali che i rappresentanti condividono guidando l’intera costellazione fino a raggiungere un punto che potremmo definire di “pace” o quiete. Un momento in cui tutti i rappresentanti possano sentire di essere nel posto giusto.

Quanto dura una costellazione familiare?

Non vi è un tempo specifico per la durata della costellazione familiare, può durare 20 minuti così come un’ora o più. Sta alla sensibilità del facilitatore comprendere quando le dinamiche familiari sono emerse e il cliente riceve le comprensioni necessarie per lavorare sul proprio tema.